Home
Distretto Rurale Vivaistico-Ornamentale

della Provincia di Pistoia


Presentazione



Comunicati
Stampa



News


Report



Video e TV



Foto



Links



Homepage
Torna alla
pagina iniziale

Ce.Spe.Vi.
 distrettovivaistico@provincia.pistoia.it Seguiteci anche su Facebook 
NEWS

Approvata all’unanimità la "Carta dei Valori"

Il 18 Gennaio 2017, l’Assemblea del Distretto Vivaistico-Ornamentale Pistoiese, ha approvato all'unanimità la "Carta dei Valori", redatta e proposta dal Comitato Tecnico del Distretto e frutto di un lavoro di quasi un anno, a cui hanno partecipato tutte le componenti del Distretto con le Associazioni di categoria e sindacali, la Provincia, i Comuni del Distretto e la Camera di Commercio.
La "Carta del Valori" era uno dei obiettivi fondamentali di questo Distretto inserito nel "Documento Programmatico 2014-2016" sottoscritto dall'Assemblea Distrettuale il 30 luglio 2014.
La Carta del valori è il risultato di un lavoro estremamente condiviso del Comitato di Distretto, al quale ognuno ha apportato positivamente contribuiti, modifiche ed integrazioni. Nel documento si affrontano temi importanti quale il rispetto delle persone e dei lavoratori, condannando lavoro nero e caporalato, con tutela della salute e sicurezza.
Si parla di etica e responsabilità sociale d’impresa nel rapporto con clienti e fornitori, con i lavoratori e col territorio. Attenzione verso l’ambiente, nei confronti della ricerca e innovazione anche come valore aggiunto alla qualità della produzione vivaistica. Scuola e formazione, comunicazione e cultura, tre aspetti non meno importanti degli altri, soprattutto per garantire una continuità al settore.
La Carta dei Valori sarà pubblicata a breve sul sito del Distretto, sui siti istituzionali della Provincia e dei Comuni coinvolti nel Distretto, Pistoia, Agliana, Montale, Quarrata e Serravalle Pistoiese.
Sarà sottoscritta da tutti gli attori del Distretto, dalle imprese vivaistiche comprese quelle dell'indotto, che si identificano nelle linee etiche che la Carta dei Valori sancisce.
Il Comitato di Distretto, a breve, redigerà alcune semplici regole relative alle modalità di adesione e di controllo per coloro che vi aderiranno.

  Carta dei Valori


Approvato all’unanimità il Documento Programmatico 2014-2016


Dopo un’ approfondita consultazione e due assemblee distrettuali, nella seduta di martedì 30 luglio 2014, è stato approvato all’unanimità, il Documento Programmatico 2014-2016.
Il Documento sottolinea il positivo lavoro svolto fino ad oggi dal Distretto e dalle sue componenti, che consente di affrontare questa stagione di evidente difficoltà con strategie di sintesi e rappresentative di tutti gli interessi, finalizzate alla qualificazione del prodotto, del territorio e del lavoro. In questo senso, fondamentale è stato ritenuto il ruolo di coordinamento tecnico finora svolto dalla Provincia di Pistoia, che dovrà continuare anche con i futuri assetti istituzionali.

Per affrontare il momento non facile che anche il settore vivaistico sta passando, è stato ritenuto strategico dotarsi di una Carta dei Valori, un codice etico a cui tutti i componenti del Distretto facciano riferimento per la gestione dei rapporti diretti fra i singoli soggetti della filiera, compresi quelli di carattere economico. La Carta dei Valori, infatti, guiderà l’attività dei soggetti economici e istituzionali, per la concertazione e il coordinamento delle politiche territoriali ed economiche dell’intera filiera vivaistico-ornamentale, che costituisce l’ossatura produttiva del Distretto; non solo, sarà riferimento per lo sviluppo, fra le altre, di azioni volte alla ricerca di nuovi mercati, al rilancio della committenza pubblica di qualità e allo sviluppo di nuove e qualificate professionalità del verde, in stretto rapporto con la scuola e l’università.

“Le istituzioni si sono fatte promotrici di una discussione schietta e concreta, nella sede istituzionale deputata del Distretto, con gli operatori, le associazioni e le organizzazioni del settore vivaistico – ha evidenziato il sindaco Samuele Bertinelli – con l’obiettivo di affrontare in modo serio tutte le difficoltà, le potenzialità e le prospettive del settore e di assumere in modo collegiale impegni chiari e condivisi che di certo non risolveranno tutti i problemi, ma potranno aiutare gli operatori ad affrontare con gli strumenti più adeguati possibile l’attuale periodo di crisi economica e le sfide impegnative che pone il mercato. L’assemblea ha approvato all’unanimità un documento che vuole essere un vero e proprio patto per la qualità: qualità del lavoro, dell’ambiente, dei prodotti e dei processi produttivi. Si tratta di un documento puntuale, contenente importanti scelte innovative – come la volontà di dar vita ad una vera e propria carta dei valori – che impegnerà l’intero distretto in azioni virtuose, volte ad aprire una nuova prospettiva di futuro, utile per il territorio, oltre che per il vivaismo”.

Il Distretto dovrà essere, sempre più, il luogo di sintesi della comunicazione e dell’informazione per il vivaismo, e dovrà essere il perno per continuare l’azione di semplificazione del complesso normativo e di armonizzazione dei regolamenti locali e delle procedure amministrative.
Gli obiettivi prioritari del prossimo triennio dovranno essere: la realizzazione di opere di regimazione e di riserva di acqua, utilizzando pienamente le risorse pubbliche disponibili, per evitare i danni dagli eccessi e garantire l’approvvigionamento irriguo nel periodo estivo; il completamento dell’asse dei vivai e del sistema infrastrutturale; l’organica e funzionale soluzione al riuso degli scarti verdi; la complessiva ristrutturazione del debito mediante nuove forme di credito; una riorganizzazione della filiera, che consenta una crescita dell’occupazione e, infine, l’individuazione di nuove forme di tutela dai danni da calamità naturali, attraverso un nuovo rapporto fra credito ed assicurazione.

“La piattaforma programmatica, condivisa all’unanimità in sede assembleare a seguito di un confronto franco e articolato – ha sottolineato il presidente Federica Fratoni - segna un passaggio importante per il prosieguo dell’attività del Distretto, sempre più orientata ad un complessivo rilancio del settore, nell’ottica del mercato globalizzato. Con la sottoscrizione, ogni soggetto economico, sociale e istituzionale si è formalmente impegnato a portare il proprio contributo nella misura massima. Dopo la pausa estiva si aprirà la fase di insediamento degli organi, per la quale, sono sicura, prevarrà il medesimo senso di responsabilità di cui anche il settore vivaistico ha bisogno per superare le difficoltà della perdurante crisi economica”.

Dal mese di settembre 2014 saranno eletti i nuovi organismi Distrettuali (Presidente e Comitato), che in base a quanto contenuto nel Documento approvato, dovranno aggiornare il progetto economico-territoriale e definire puntualmente le azioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi.
In questo senso, è evidente che dovranno essere finalizzate alle azioni definite nel Progetto Economico-Territoriale (ai sensi della LR 21/2004) le risorse disponibili sul nuovo PSR 2014/2020, ricercando un più proficuo rapporto con il sistema del credito per definire linee e strumenti finanziari adeguati alle particolari esigenze del settore.
Questo consentirà di costruire un progetto di riorganizzazione e consolidamento della struttura produttiva distrettuale, superando in positivo i limiti emersi in questa stagione di crisi economico-finanziaria.
 

Vai alle News precedenti al 2010
Sorry, italian only!  Pagine gestite e realizzate da: Paolo Marzialetti  © 1996/2017 Ce.Spe.Vi. - Pistoia